| Autore | Categoria scene da una colazione

Tutti i segreti dell’alimentazione per i creativi di oggi

creatività

L’ispirazione è importante e passa anche dalla colazione. I segreti dell’alimentazione al mattino per tutti i creativi

Carboidrati, latte e frutta: ecco il segreto per la prima colazione dedicata ai creativi. C’è infatti un vero e proprio mix vincente destinato alle figure professionali legate alla creatività. Luca Piretta, medico nutrizionista, ci aiuta a scoprire le sue caratteristiche. “Pane, fette biscottate, biscotti e cereali apportano zuccheri a lento rilascio, con un indice glicemico più basso, che danno energia per tutta la mattina”. Senza dimenticare il latte e lo yogurt: “Apportano la quota di proteine utili a stimolare il senso di sazietà”.

Carboidrati che vanno assunti al mattino, affinché la colazione e l’alimentazione dei creativi sia efficace: “Il serbatoio va riempito prima, vale a dire al mattino, e non alla fine, la sera, I carboidrati rappresentano la benzina del nostro corpo e possiamo affermare che ingrassano di meno di quanto farebbero se assunti in pari quantità alla sera”. Oltretutto come evidenziano le ricerche, le attività della corteccia frontale, sede della creatività negli esseri umani, hanno un picco appena svegli.

Ecco perché è importante fare partire la giornata bene fin da subito, fin dalla colazione. “Si tratta di favorire gli scambi sinaptici delle nostre attività cerebrali, interazioni biochimiche” evidenza il professor Luca Piretta. Il glucosio infatti è “l’esclusivo carburante utilizzato in condizioni fisiologiche. Dopo il digiuno notturno è importante ripristinare le scorte di glucosio con una buona prima colazione, indispensabile per mantenere in equilibrio i meccanismi endocrini, metabolici e cardiovascolari”.

Ecco perché fare rifornimento con gli alimenti dolci: “La colazione dolce, tipica mediterranea, basata su cereali abbinati a zuccheri di rapido assorbimento – spiega il professor Piretta – è il segreto per una migliore funzione cerebrale e dunque per alimentare la creatività, non solo per il mattino ma per tutto il giorno”. Danilo Gaspraini, docente di Storia dell’Alimentazione dell’Università di Padova, evidenzia come il rito stesso della colazione permetta di mettere in moto i meccanismi dello sviluppo creativo: “Sedersi, sorseggiare un cappuccino, rosicchiare o inzuppare un biscotto aiuta a lasciar fluire i ricordi della notte e a iniziare a immaginare la giornata”.

E se oltre a essere creativi si è anche sportivi, occhio all’assunzione di energia in più e di liquidi e di sali minerali. Anche un frutto o una spremuta possono essere utili: “Apportano fibre, Sali minerali, vitamine, polifenoli e acqua” ricorda il professor Piretta.

Lascia un commento