| Autore | Categoria Le aziende si raccontano

Ottimini: i biscotti della tradizione

ottimini

 

Cosa ne dite di fare un viaggio nel sud Italia? Oggi vi portiamo in Puglia, nello stabilimento Divella, per conoscere più da vicino i biscotti Ottimini.

 

Buongiorno Ottimini, vi trovo bene, avete un aspetto delizioso.

Ottimini: Beh, siamo stati appena sfornati!

Vorremmo conoscervi meglio. Quando siete nati?

Siamo nati negli anni ’70, la nostra è una ricetta antica…una ricetta di famiglia tramandata di generazione in generazione.

E perché avete questo nome?

La storia del nostro nome è divertente e curiosa: come ti dicevamo, la nostra è una ricetta di famiglia, una ricetta segreta. Un giorno, però, il signor Divella decise di condividerla con tutti: ci preparò, infornò e poi ci fece assaggiare. Quando chiese: “Allora, come sono questi biscotti?”, tutti risposero “OTTIMI OTTIMI”. Da qui il nostro nome.

Che bella storia! Ma secondo voi, perché piacete così tanto?

Siamo così amati perché siamo i biscotti dell’infanzia, della memoria. I biscotti che da piccoli hanno mangiato tutti… proprio come quelli preparati dalla mamma o dalla nonna, noi siamo buoni e corposi, solo a guardarci ti vien voglia di mangiarci!

Non solo “classico” ma è possibile gustarvi anche in altre varianti, vero?

Sì, hai proprio ragione! Puoi gustarci non solo in versione tradizionale ma anche integrali per gli amanti delle fibre, al cacao per chi desidera la carica del cioccolato fin dalla prima colazione e integrali con gocce di cioccolato che mette tutti d’accordo. E ancora 7 cereali, riso e mais fino agli Ottimini alla frutta e al limone perfetti in ogni momento della giornata.

A questo punto non ci resta che provarvi tutti!

Lascia un commento