| Autore | Categoria scene da una colazione

La colazione per i più piccoli? Latte, frutta e carboidrati

colazione

 

La colazione è il pasto più importante della giornata non solo per gli adulti ma anche e soprattutto per i bambini che hanno bisogno dei giusti nutrienti per affrontare la giornata con carica. Ecco i consigli degli esperti per una perfetta colazione.

Dolci a colazione – Colazione dolce o salata per i più piccoli? Potete scegliere quella che più preferite ma sappiate che se ai vostri figli piacciono i dolci, la colazione è il momento migliore per mangiarli. Spazio, dunque, a crostate, ciambelloni, biscotti, prodotti da forno o fette biscottate. “Riservate dolci eccessivamente grassi e dessert troppo elaborati ad altre occasioni, come compleanni o altre ricorrenze, e non aggiungete zucchero al latte – consiglia il prof. Luca Piretta, nutrizionista gastroenterologo e docente dell’Università Campus Bio-Medico di Roma – abituerebbe il bambino, fin da piccolo, ad un gusto eccessivamente dolce”.

A chi piace salata – Se però i vostri figli preferiscono una colazione salata delle soluzioni alternative al classico latte e biscotti: “Una buona idea è pane e ricotta perché contiene al suo interno anche le proteine del latte. Altrimenti si può proporre del pane con un affettato magro come la fesa di tacchino o la bresaola, da abbinare ad una spremuta o una centrifuga” – suggerisce il nutrizionista.

Latte, frutta e carboidrati – Il mix corretto per i più piccoli è dato da cereali come pane, fette biscottate o biscotti che apportano zuccheri a lento rilascio e danno energia per tutta la mattina. Non va trascurata la presenza del latte o suoi derivati, come lo yogurt, “Apportano la quota di proteine e grassi utili a stimolare il senso di sazietà in quantità tutto sommato contenute, spiega Luca Piretta – e contengono inoltre buone quantità di calcio e fosforo molto biodisponibili”. È importante mangiare anche un frutto o bere una spremuta: “apportano fibre, sali minerali, vitamine, polifenoli, come antiossidanti e acqua. Ma attenzione – avverte il prof. Piretta –  scegliete sempre solo frutta di stagione”.

Lascia un commento