| Autore | Categoria scene da una colazione

La colazione perfetta per i bambini prima della scuola

bambini scuola

Il rendimento scolastico è importante, così come lo è una buona colazione. I consigli da seguire per una colazione dedicata alle attività scolastiche

Nove mamme italiane su dieci, secondo i dati Doxa-AIDEPI, sono convinte che la colazione abbia un impatto positivo sul rendimento scolastico dei propri figli. È una convinzione che si riflette nelle abitudini dei bambini italiani, che prima di andare a scuola fanno colazione quasi tutti i giorni (il 93% tutti i giorni, il 6% 3-4 volte a settimana) e preferiscono la colazione a casa rispetto a quella fuori casa.

Mai saltare la colazione – Gli esperti sottolineano quanto la colazione sia importante. Luca Piretta è nutrizionista gastroenterologo e docente dell’Università Campus Bio-Medico di Roma: “Noi medici lo ripetiamo da anni: prima di andare a scuola i bambini e i ragazzi non dovrebbero mai saltare la colazione. Dovrebbero iniziare con la giusta dose di carboidrati, bere sempre qualcosa e non dimenticare le fibre”.

Un’alimentazione equilibrata – Secondo il campione, a farla da padrone tra le abitudini della colazione dei bambini italiani sono i biscotti (nel 75% delle preferenze) seguiti dai cereali da prima colazione, dai dolci fatti in casa e dalle merendine. La bevanda preferita è di gran lunga il latte. Povero il consumo di frutta con solo il 18% del campione che la mangia al mattino. Secondo il dottor Piretta è “buona la scelta di una colazione dolce a base di cereali, che danno energia per tutta la mattina. Sì anche al latte. Ancora troppo bassi invece i consumi di frutta”.

Il fabbisogno prima di tutto – “È corretto proporre alternative diverse a colazione” commenta Piretta in relazione ai dati che mostrano come le mamme italiane tendano a variare il menu della colazione e a premiare i prodotti di stagione (37% del campione). In ogni caso “bisogna prestare attenzione al fabbisogno nutrizionale adeguato. A differenza degli altri pasti, se un bambino preferisce una tipologia di colazione, se corretta dal punto di vista nutrizionale, lo si può assecondare e proporre gli stessi prodotti anche tutto l’anno”

Lascia un commento