| Autore | Categoria scene da una colazione

Colazioni dal mondo: tutte le curiosità sul pasto più importante della giornata

colazione-mondo

 

Non solo prodotti da forno come croissant, brioche e biscotti, ma anche uova, riso e aringhe. Di cosa stiamo parlando? Delle colazioni dal mondo. Siete pronti a scoprire tutte le curiosità sul pasto più importante della giornata?

Aringhe e tonno in Nord Europa – È il primo pasto della giornata dopo il riposo notturno, il pasto che consente di fare il pieno di energie e iniziare bene la giornata dopo il prolungato digiuno. Ma cosa mangia a colazione in giro per il mondo? Direttamente dalla Scandinavia arriva la tradizione delle aringhe e del tonno fra gli ingredienti cardine della colazione – del resto si tratta di alimenti tipici e ricorrenti nella cucina del Nord Europa – e che al mattino vengono accompagnati da pane scuro e integrale, pancetta, uova, krapfen, wurstel e succo di mirtillo. Ma forse non tutti sanno che anche in Israele, nella tipica e abbondante colazione – a base di frittata, insalata, pomodori, cetrioli, cipolla, carote, formaggi spalmabili o salati, pane tostato, yogurt, frutta, caffè – a volte possono far capolino anche aringhe e tonno.

Il riso in Cina – In medio Oriente il riso è protagonista anche a colazione. Non è un caso che in Cina la parola colazione significhi proprio “riso del mattino”. La bevanda più richiesta invece è il pregiato tè bianco accompagnato dai fan (un piatto a base di cereali come riso, orzo, granturco) o dal cai (un contorno fatto di pesce, carne o verdure). Niente latte e caffè sulla tavola mattutina dei cinesi!

Tofu e uovo crudo – Chi avrà avuto la fortuna di visitare anche il Paese del Sol Levante si sarà imbattuto in tipiche colazioni a base di tè, riso, zuppa di miso. I fedelissimi del modello giapponese al risveglio però non rinunciano anche ad alghe, tofu grigliato, uovo crudo e pesce.

Cous cous all’olio di argan – La tradizione culinaria più spiccata nel continente africano è sicuramente quella berbera. Nei paesi magrebini al mattino ci si delizia con il tè verde alla menta accompagnato da fette di semplice pane bianco abbinato al cous-cous e a qualche goccia del pregiato olio argan, dal sapore di nocciola e dal colore dorato. In Senegal e nel Gambia, invece, si prediligono le arachidi accompagnate da un impasto di miglio, pomodori e verdure.

Colazione è dolce per gli italiani – Per gli italiani invece (6 su 10 secondo i dati di una ricerca Doxa/Aidepi) il primo pasto della giornata è dolce. Il 65% dei nostri connazionali fa abitualmente colazione all’insegna del dolce, così come da tradizione mediterranea e italiana. Mentre 2 italiani su 10 (19%) alternano la colazione dolce e quella salata e solo il 7% la fa esclusivamente salata.

“A guardare i risultati di questa ricerca– afferma Valeria del Balzo, biologa nutrizionista – gli italiani approcciano nel modo giusto alla colazione, privilegiando quella dolce che rappresenta il modello nutrizionalmente migliore. La colazione “salata” infatti, presenta un valore dei grassi almeno doppio rispetto a quella dolce, un tasso di colesterolo e di sodio superiore, una quota sbilanciata di proteine animali e un contenuto calorico pari a 415-440 kcal. Al contrario la colazione dolce – a base di latte o yogurt e accompagnata da biscotti o cereali da colazione o fette biscottate con marmellata o crema spalmabile al cacao e un frutto – presenta un contenuto calorico che si colloca in un range di 290-315 kcal, più basso di circa 100-150 kcal rispetto a quella salata, ed è senz’altro un’ottima scelta grazie al giusto mix di carboidrati, in particolare zuccheri – che sono fondamentali al mattino per migliorare la performance cognitiva – proteine, vitamine e una bassa quantità di lipidi .”

Lascia un commento