| Autore | Categoria breakfast Tips, scene da una colazione

Colazione on the road: come farla anche se si è di corsa

colazione-del-balzo_570

I consigli pratici e le indicazioni della nutrizionista quando si è di fretta a colazione

Non ci stancheremo mai di dirlo: la colazione è il pasto più importante della giornata e non va saltata. Eppure sono 7 milioni gli italiani che non fanno la prima colazione (AIDEPI-DOXA). Fra le motivazioni il desiderio di dormire i famosi 5 minuti in più, l’inappetenza mattutina, la fretta…Per loro ecco alcune soluzioni pratiche e i consigli della nutrizionista.

Prendere d’anticipo il mattino –  Una buona soluzione potrebbe essere quella di avvantaggiarsi sulla preparazione della colazione fin dalla sera prima, ad esempio preparando la moka o apparecchiando la tavola. Inoltre se al mattino vince l’ansia di fare tardi, sedersi a tavola per la colazione, solo dopo essersi lavati e vestiti, dal punto di vista psicologico può aiutare. Idem se il risveglio è più simile a un dormi-veglia.

On the road meglio che saltarla – E se proprio non si riesce a fare colazione a casa via libera ad escamotage che consentono di iniziare la giornata con il piede giusto e l’energia necessaria per affrontare la routine giornaliera, come ad esempio quello di mettere in borsa un prodotto confezionato o dei biscotti da consumare nella prima pausa utile: “Per la colazione da consumare in corsa, on the road, si può scegliere una merendina, preferendo le più semplici, o dei biscotti, meglio se integrali”. A suggerirlo Valeria Del Balzo, biologa nutrizionista dell’Università La Sapienza di Roma.

Una colazione adeguata deve fornire l’energia necessaria per iniziare la giornata. Il giusto mix è composto da cereali, che apportano zuccheri a lento rilascio, latte o yogurt e un frutto ma, se non è possibile, si può scegliere di mangiare uno yogurt o della frutta di stagione che apporta fibre, sali minerali, vitamine, polifenoli, come antiossidanti, e acqua” – conclude la nutrizionista.

 

Lascia un commento